Bagno e toelettatura del vostro Ragdoll

02 Feb Bagno e toelettatura del vostro Ragdoll

Il bagno del vostro cucciolo Ragdoll

In genere i gatti hanno paura dell’acqua, perciò se si vuole che il nostro amico prenda confidenza con l’acqua, è necessario abituarlo al bagno fin da piccolo. Fare il primo bagno ad un gatto adulto può essere un’esperienza traumatica poiché potrebbe spaventarsi, e tentare la fuga. Il bagno, è utile per rimuovere il pelo morto nei periodi di muta, per eliminare i parassiti, e togliere lo sporco. Prima di procedere al bagno è meglio tagliargli le unghie e spazzolarlo, specialmente se ha il pelo lungo.

Consigli per il primo bagnetto

Vi consigliamo questi semplici passi:

  •  immergete il vostro ragdoll in una vasca o un lavandino contenente acqua tiepida circa 38 gradi (non più di 5-10 cm), sul cui fondo sarà appoggiato un tappetino di gomma , per dargli un appoggio più stabile. Un attacco per doccia (con getto a bassa pressione) è il modo migliore sia per bagnarlo che per risciacquarlo. 
  • Lo shampoo specifico per il suo mantello deve essere frizionato su tutto il corpo, facendo molta attenzione agli occhi e alle orecchie. Con abbondante acqua tiepida occorre eliminare con cura ogni traccia di shampoo ripetendo almeno due volte il risciacquo.
  • Prima di passare al phon, deve essere avvolto in un asciugamano in modo da eliminare l’acqua in eccesso. Per asciugare il gatto si può utilizzare un phon silenzioso. Sarebbe bene accendere il phon qualche minuto prima di puntarlo direttamente sul mantello, in modo da abituarlo gradualmente al rumore. Infine si procede alla spazzolatura.

 

Come toelettare il Ragdoll

E’ bene abituare il gatto, fin da cucciolo, ad essere spazzolato delicatamente con una spazzola morbida. La passata di spazzola non deve essere troppo superficiale, ma nemmeno troppo energica: bisogna fare attenzione a non irritare o graffiare la cute. Si inizia sempre dalla testa, facendo attenzione a non piegare le orecchie. Il gatto non deve essere forzato, è bene scegliere un momento in cui è tranquillo. Per quanto riguarda la frequenza: una volta al giorno se è a pelo lungo e se lascia molto pelo in giro per casa; una o due volte alla settimana se non perde molto pelo. La spazzolatura è anche un gesto quotidiano che aiuta a rafforzare il legame tra umano e gatto.

No Comments

Post A Comment

4 − 2 =